Crea sito

20 fatti sorprendenti degli insetti – parte 2^

Posted by on 9, Mag, 2017 in Altri insetti, news

20 fatti sorprendenti degli insetti – parte 2^

20 fatti sorprendenti degli insetti –  parte 2^

Continuamo oggi con la seconda ed ultima parte dei fatti sorprendenti degli insetti.


11. Vi vedo. . . e voi, e voi, e voi, e voi!

Una caratteristica importante degli insetti è l’occhio composto, costituito da numerose unità visive individuali chiamati ommatidi.

Un errore comune è che ogni unità agisce come un singolo occhio, in grado di avere  un campo di vista totale. Ma in realtà ommatidi agiscono più come dei  pixel su un monitor, costruendo l’immagine complessiva come un mosaico.

Libellula Gianluca Doremi insetti sorprendenti

© Gianluca Doremi

La libellula è sicuramente  l’insetto ad avere gli occhi composti più impressionanti , con circa 30.000 unità per occhio, semi-sferoidale, secondo una ricerca  pubblicata  in un numero del 2012 della rivista on-line PLoS One . Questi gran numero di ommatidi permette un campo visivo di quasi 360 gradi estremamente utili al più grande predatore del cielo.

12. E non solo anche gli occhi Bonus.

Oltre ai due grandi occhi composti su entrambi i lati della testa, un certo  numero di insetti hanno i cosiddetti occhi semplici , detti ocelli,  di solito sulla loro  “fronte”.

Questi occhi in molti insetti volanti formano un triangolo, con due ocelli allineati sopra un terzo centrale,  più un simbolo occulto che un sistema visivo indipendente .

La questione della funzione del ocelli ha a lungo fermato i ricercatori. Recenti studi hanno tuttavia dimostrato, che gli ocelli, almeno nelle libellule, sembrano specializzati nel rilevare la luce, in particolare sulla linea dell’orizzonte, (numero del 2007 della rivista Vision Research ).

Grazie a ciò, le libellule sono in grado di distinguere rapidamente l’alto dal basso, e migliorare le manovre di volo acrobatico, un rapporto fra sensibilità alla luce e assetto che potrebbe avere applicazioni militiari.

13. Velocissimi.

Jerry Butler, ora professore emerito di Entomologia presso l’Università della Florida, ha sparato una pallina con un fucile ad aria per vedere se una mosca maschio della specie Hybomitra hinei wrighti avrebbe potuto raggiungerlo.

Questo esperimento ha suggerito che la mosca  deve aver volato a circa 90 mph (145 km/h), il record di velocità per gli insetti, come riportato da Discover Magazine .

14. Insetti Matusalemme.

La maggior parte degli insetti vive solo per pochi giorni o settimane come adulti, questa fase infatti serve alla riproduzione,  dopo aver trascorso periodi molto più lunghi come larve e pupe, le prime due fasi del tre parti del ciclo di vita degli insetti (tolto l’uovo).

Ci sono delle eccezioni, però. Tra l’ordine imenotteri (formiche, api e vespe), le regine atte alla deposizione delle uova delle colonie possono vivere per decenni.

Nel caso della formica mietitrice rossa, Pogonomyrmex barbatus , le regine possono vivere, forse fino a 30 anni, secondo la ricerca pubblicata nel 2013 nel Journal of Ecology Animal .  A prendere il primo premio sono le regine delle termiti, che possono regnare per mezzo secolo, secondo l’USDA .

15. A corto di nomi per i piccoli.

Parliamo ora della creazione di una dinastia.

Le Regine termiti, sono  in grado di produrre 6.000 o  7.000 uova in un solo giorno. Un entomologo  ha registrato una regina della specie di termiti Macrotermes hellicosus , che si trova in Africa e Sud-Est asiatico, nello sfornare un uovo al ritmo di uno ogni 2 secondi, il che la fa  raggiungere  le 43.000 unità quotidiane, dando per scontato  che non prenda mai una pausa, secondo l ‘USDA .

16. Pazzi salti.

Il record di salto verticale in piedi per un essere umano è di circa 46 pollici (117 cm) , misurati sui giocatori NFL e NBA (anche se ci sono pretese di 64 pollici per un atleta dilettante, Kevin Bania ). In entrambi i casi, un essere umano non può saltare più in alto della propria altezza.

Un insetto chiamato  Froghopper prato, Specie philaenus spumarius ,  può saltare più di 100 volte la sua altezza, fino a circa 28 pollici , circa 71 cm – è il record del mondo degli insetti – ed uno scienziato lo ha riportato nel 2003 sulla rivista Nature .

17. Forte come. . . Scarabeo stercorario?

Gli scienziati hanno stabilito nel 2010 (negli Atti della Royal Society B) che l’insetto più forte sul pianeta è l’ Onthophagus taurus, specie comunissima, ma nel suo piccolo non ha molto da invidiare agli Scarabaeidi esotici. Lo scarabeo è una vera è propria centrale di energia  e può trascinare 1.141 volte i suo peso corporeo .

Certo, anche gli esseri umani possono trascinare una quantità impressionante come  Kevin Fast, un pastore canadese, che detiene il Guinness World Record per il velivolo più pesante trainato da un uomo, un CC-177 Globemaster III che pesa  416,299 libbre. (188,830 kg). Supponendo che il pastore pesi 300 libbre. (136 kg), l’aereo è 1.388 volte il suo peso corporeo quindi  siamo spiacenti, scarabeo stercorario!

Considerazione personale, ma i pesi trascinati dallo scarabeo erano su ruote?

18. Sexy time.

Basti dire, che i capricci del sesso degli insetti avrebbero preso un intero articolo a se stante.

Ma ora parliamo di concorrenza sessuale. Per impedire ai concorrenti di inseminare le compagne  alcuni insetti maschi rimangono agganciati alla femmina per giorni e giorni.

Il maschio di insetto stecco indiano,  Necroscia sparaxes, ha il record nella letteratura scientifica a 79 giorni.

Certo, non è tutto sexy-time: Gli scienziati che hanno studiato la cosa hanno rilevato che il contatto genitale che si verifica solo per il 40 per cento del collegamento.

19. Mi senti ora?

Gli insetti hanno orecchie dappertutto , ma raramente sulla testa.

Alcuni insetti nell’ordine Neuroptera hanno orecchie alla base delle loro ali.  I grilli,  hanno sottili membrane sensibili al rumore  sulle loro gambe.

Le orecchie delle cavallette sono sull’addome. Le orecchie di alcuni Tachinidae , fanno capolino dai loro colli.

Deilephila elpenor - notte -particolari

Deilephila elpenor – © Gianluca Doremi

Alcune Sphingidae,  a quanto pare sono in grado di rilevare le vibrazioni ultrasoniche con il loro apparato boccale , utilissimo sistema  per evitare i pipistrelli, che utilizzano il suono per localizzare le prede durante la notte. (Alcune falene creano veri e propri scoppi a ultrasuoni, per scacciare i pipistrelli, (hawk moths strofinano i genitali emettendo ultrasuoni .))

20. Tutti i bug (cimici) sono insetti, ma non tutti gli insetti sono bug.

Piccola premessa, in inglese bug è il termine comune per dire insetto, ma anche per dire cimice.

Non tutti gli insetti   sono dei bug.

A rigor di termini, i “bug” ossia le cimici appartengono a un ordine di insetti chiamati Emitteri .

Questi “veri bug”, come li chiamano anche gli entomologi , si distinguono per aver apparato boccale ipodermico-aghiforme.

Questi becchi sono perfetti per perforare i tessuti e per trangugiare fluidi, sia da altri insetti, piante o – nel caso di cimici nome appropriato – sangue dagli umani che dormono.

Bene abbiamo terminato questa carrellata di di aspetti sorprendenti degli insetti  e quindi:

al prossimo articolo.

 

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*