Crea sito

Calabrone Killer… sì ma solo in Asia.

Posted by on 10, Apr, 2017 in Altri insetti, news

Calabrone Killer… sì ma solo in Asia.

L’invasione della Vespa mandarina  in Italia è solo  il risultato di una grande confusione fra le  specie nonché della disinformazione.

Ieri sera in televisione, trasmettevano su un noto canale naturalistico, un “documentario”, e le virgolette sono d’obbligo, sull’invasione (anche i Europa) del calabrone gigante asiatico.

Visto l’enfasi con cui veniva proposto l’argomento e la pericolosità di un eventuale incontro con questo temibile insetto ho deciso di documentarmi.

Alla fine dopo aver letto moltissimi articoli e varie fonti mi sono reso conto dell’infondatezza delle informazioni ricevute da quel documentario.

Il tutto è ottimamente riassunto da un articolo pubblicato su bufale.net che vi propongo nella sua interezza, dopo avervi dato in formazioni di base sulla vespa mandarina.

Vespa Mandarinia o calabrone gigante

Vespa Mandarinia o calabrone gigante

Il calabrone gigante asiatico (Vespa mandarinia Smith, 1852), noto anche come calabrone giapponese e calabrone yak-killer, è il calabrone più grande del mondo, nativo in Asia orientale temperata e tropicale. Il suo corpo è lungo circa 50 mm, con un’apertura alare di circa 76 mm. Le regine possono raggiungere una lunghezza di 55 mm.

 

Bene ed ora vediamo di far chiarezza.

Il pungiglione della vespa mandarinia è lungo circa 6 mm e può iniettare un potente veleno che contiene, come quello delle api e delle vespe, un peptide citolitico, che può danneggiare i tessuti con un’azione di fosfolipasi, in aggiunta alla sua propria intrinseca fosfolipasi.

Masato Ono, un entomologo della Tamagawa University vicino Tokyo, descrisse una puntura ricevuta “come un chiodo rovente conficcato nella mia gamba”.

Un soggetto allergico può morire per reazione allergica; il veleno però, contenendo una neurotossina chiamata mandaratossina, può essere letale anche per persone non allergiche, se la dose è sufficiente.

Ogni anno fra le 20 e le 40 persone muoiono in Giappone dopo essere state punte.

Partiamo dal presupposto che non esiste un’unica specie di calabrone per ogni regione del mondo, infatti spesso si cade nell’errore di confondere due specie di origine asiatica: la Vespa Mandarinia e la Vespa Velutina.

 

vespa-mandarinia
Esemplare di Vespa Mandarinia
Vespa_velutina_nigrithorax
  Esemplare di Vespa velutina nigrithorax

L’errore di specie

Tra il 2004 e il 2005 venne erroneamente introdotta in Francia proprio la Vespa Velutina, la quale però non è pericolosa come la sua cugina asiatica:

Come le comuni vespe diffuse in Europa è dotata di un pungiglione e presenta un comportamento discretamente aggressivo nei confronti dell’uomo. Secondo gli entomologi la sua pericolosità, per gli uomini e i mammiferi in genere, va paragonata a quella delle altre vespe europee.

Diversa è invece la sua pericolosità per le api, di cui si nutre, soprattutto per quanto riguarda le specie europee.

Pur abilissimo predatore di api nel suo territorio di origine, è in Europa che questo imenottero riesce a minare seriamente l’esistenza delle comunità apiarie.

Le specie apiarie del sud-est asiatico hanno adottato infatti dei comportamenti validi per combattere questo loro predatore, comportamenti sconosciuti alle api europee.

Al prossimo articolo.

 

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*