Crea sito

Le proteine delle zecche potrebbero salvarci da malattie cardiache

Posted by on 7, Lug, 2017 in Aracnidi, news

Le proteine delle zecche potrebbero salvarci da malattie cardiache

La saliva delle zecche potrebbe essere un potenziale salvavita, anche loro hanno un’utilità

La saliva dalle zecche potrebbe essere un potenziale salvavita, lo hanno scoperto un gruppo di studiosi dell’Università di Oxford , e hanno dimostrato che è in grado di bloccare le sostanze chimiche nocive associate a un particolare tipo di malattie cardiache.

Se si riuscisse a sviluppare un farmaco da queste proteine, si avrebbe  una valida opzione di trattamento per la miocardite , che può verificarsi quando il cuore viene infettato da un virus comune e conduce all’insufficienza cardiaca in circa il 30 per cento dei casi.

Inoltre, la squadra dell’Università di Oxford nel Regno Unito pensa che il trattamento possa eventualmente estendersi  a tutte le altre malattie correlate.

“La miocardite è una malattia devastante, per la quale attualmente esistono pochissimi trattamenti”, spiega il ricercatore sperimentale Shoumo Bhattacharya . “Con questa ultima ricerca speriamo di poter attuare una strategia antinfiammatoria e di progettare una terapia di salvataggio per questa pericolosa condizione  del cuore”.

“Possiamo anche essere in grado di utilizzare gli stessi farmaci per il trattamento di altre malattie in cui l’infiammazione gioca una grande parte, come ad esempio attacco cardiaco, ictus, pancreatite e artrite”.

Zecca - Wikimwdia Public domain - zecche

Zecca – Wikimedia Public domain

La miocardite è causata dalle sostanze chimiche chiamate chemiokine che rilasciate nel cuore, portano all’infiammazione nell’organo e sono queste chemiokine che vengono neutralizzate dalle proteine contenute nella saliva delle zecche..

A seconda della specie, le zecche possono avere fino a 3.000 proteine ​​nella loro saliva, e per evitare di dover estrarre la saliva direttamente dalle zecche, gli scienziati hanno utilizzato geni sintetici per sviluppare le stesse proteine ​​nel lievito.

Il passo successivo consiste nel valutare come trasformare queste proteine ​​che bloccano le chemiokine nei trattamenti per le centinaia di migliaia di persone con diagnosi di miocardite.

Non possono essere belle, ma queste piccole creature potrebbero trattenere il segreto per migliorare i trattamenti per una vasta gamma di malattie“, afferma Jeremy Pearson , Direttore Medico Associato della British Heart Foundation, che non era coinvolto nella ricerca.

C’è molto da fare, ma la saliva sembra un’area emozionante, anche se non convenzionale”.

La ricerca è stata pubblicata in Scientific Reports.

 

 

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*