Crea sito

Il ritorno delle formiche zombie – la difesa

Posted by on 31, Ago, 2017 in Altri insetti, news

Il ritorno delle formiche zombie – la difesa

Un team internazionale di ricercatori ha scoperto come le formiche riescono a combattere le infestazioni da fungo delle formiche zombie.

Abbiamo già parlato delle formiche zombie in vari articoli in questo blog ( basta cercare la parola zombie nel motore di ricerca), ma in particolare riprendiamo un articolo: “Gli zombie sono tra di noi… ma sono formiche”  in cui si parlava della specializzazione di un parassita fungino nel manipolare il cervello delle formiche.

A quanto pare le formiche hanno un aiuto, forse il meno probabile dei difensori.

In un caso in cui la biologia è più strana della finzione, il parassita del fungo delle formiche zombie è anch’esso un fungo, cioè un fungo iperparassitico specializzato nell’attaccare il parassita che trasforma le formiche in zombie,” ha detto il professor David Hughes del Centro delle dinamiche delle malattia infettive presso la Penn State University negli Stati Uniti, autore senior dello studio. “Il fungo iperparassitico castra efficacemente il fungo delle formiche zombie in modo che non può diffondere le sue spore. Dato che i funghi iperparassitici impediscono al fungo delle formiche zombie di diffondere le sue spore, meno formiche si trasformeranno in zombie.”

Fungo sviluppato dalla testa della formica - formiche zombie

Fungo sviluppato dalla testa della formica

Il team ha sviluppato un modello in grado di mostrare i dettagli prima sconosciuti di interazioni tra le formiche infettate da funghi e il fungo delle formiche zombie infettato da parassiti. Studi precedenti avevano determinato che le formiche combattono i loro nemici microscopici, comprese le spore fungine, ripulendosi a vicenda in modo efficiente. In questo ultimo lavoro, i ricercatori hanno modellato l’effetto del comportamento delle formiche nel limitare l’infezione.

“È interessante notare che, al di là del ben noto effetto del comportamento difensivo delle formiche, la nostra nuova ricerca rivela l’effetto aggiunto delle azioni di castrazione dei funghi iperparassiti, che possono limitare significativamente la diffusione del fungo nelle formiche ” ha detto il professor Hughes.

Si noti che soltanto il 6,5% degli organi che producono spore nel fungo delle formiche zombie erano funzionanti. “Anche se ci sono un sacco di formiche  morte e infette nelle vicinanze, solo alcune delle spore del fungo delle formiche zombie maturerà e sarà grado di infettare le formiche sane,” ha sottolineato il professor Hughes. “La nostra ricerca indica che il pericolo per la colonia di formiche è molto più piccolo di quanto possa suggerire la densità di cadaveri di formiche zombie nel cimitero. Questa complessa interazione tra le colonie di formiche, i parassiti che manipolano il loro cervello e altri funghi capaci di prestare assistenza alla colonia, sottolinea la necessità di studiare gli insetti sociali in condizioni naturali.”

Secondo il professor Hughes, il team sta lavorando per rafforzare i suoi sforzi e “rimanere concentrato nel seguire lo spettacolo emozionante che si svolge sul suolo della foresta pluviale.”

Hanno contribuito a questo studio esperti dell’Università di Copenhagen in Danimarca e dell’Università di Vicosa in Brasile. Il finanziamento per questo studio è arrivato anche dalla Fondazione nazionale danese per la ricerca, dal Consiglio nazionale brasiliano per la Ricerca e dalla Penn State University.

 

Fonte: Centro per le dinamiche delle malattie infettive presso la Penn State University

 

Al prossimo articolo.