free page hit counter
Crea sito

Adattamenti fisici per prevenire il surriscaldamento delle ali (Lepidoptera)

Posted by on 26, Feb, 2020 in Lepidotteri, news

Caratteristiche fisiche delle ali delle farfalle che aiutano ad evitare il surriscaldamento quando esposte al sole.

Il surriscaldamento di alcune parti del corpo è un problema che può colpire molti animali, tra cui l’uomo.

Anche le farfalle possono avere questo problema con le ali, ed in questo articolo pubblicato a gennaio su ResearchGate vengono spiegati gli adattamenti fisici che esse hanno attuato con la selezione naturale per evitare che ciò avvenga.

Buoan lettura

| Thermodynamics of butterfly wings. A female Hypolycaena hatita basking in the sun. Steady-state wing temperature is the result of a balance between absorption of sunlight (orange arrow), convective heat loss to the surrounding air (purple arrows), and radiative energy exchange between the heated wing and the relatively cold surrounding environment (red arrows). Heating by sunlight is determined by solar absorptivity, and ability to dissipate heat through thermal radiation is governed by thermal emissivity; therefore, understanding the properties of butterfly wings in the solar spectrum (where the ultraviolet, visible, and near-infrared components contain ~10%, ~40%, and ~50% of the solar energy, respectively) and in the thermal radiation spectrum ( = 3 − 20 m) is crucial to understand the thermodynamics of butterfly wings. Dino J. Martins photographed the Hypolycaena hatita shown in this figure.
Surriscladamento

Le ali dei lepidotteri contengono una matrice di cellule viventi la cui funzione richiede temperature adeguate. 

Tuttavia, data la loro ridotta capacità termica, le ali possono subire un rapido surriscaldamento quando esposte al sole.

In questo studio vengono analizzate le ali di farfalla in un’ampia gamma di condizioni ambientali simulate e scopriamo che le regioni contenenti cellule viventi vengono mantenute a temperature più fredde. 

Nanostrutture di diversa scala e spessori cutanei non uniformi creano una distribuzione eterogenea del raffreddamento radiativo che riduce selettivamente la temperatura di strutture come le vene delle ali e gli organi androconiali. 

Questi tessuti sono forniti da sistemi circolatori, neurali e tracheali per tutta la vita adulta, indicando che l’ala dell’insetto è una struttura dinamica e vivente.

Analisi delle ali delle farfalle per evitare il surriscaldamento

I saggi comportamentali mostrano che le farfalle usano le ali per rilevare la radiazione visibile e infrarossa, rispondendo con comportamenti specializzati per prevenire il surriscaldamento delle ali. 

Il nostro lavoro evidenzia l’importanza fisiologica della temperatura dell’ala e come è squisitamente regolata da adattamenti strutturali e comportamentali.

L’articolo completo è scaricabile qui

Al prossimo articolo.

Altri articoli in ordine cronologico

Visita anche il Canale di Youtube (documentari e video sugli insetti e sulla natura del Nordest Italiano)

Farfalle e falene della pianura Friulano-Veneta

Bio  GDoremi