free page hit counter
Crea sito

Effetti dell’ingestione del Cesio radiottivo di Fukushima sulla Pieris rapae (cavolaia minore)

Posted by on 13, Giu, 2019 in Lepidotteri, news

Effetti dell’ingestione del Cesio radiottivo di Fukushima sulla Pieris rapae (cavolaia minore)

Ogni tanto vi aggiorno sulla situazione dei problemi creati agli insetti dagli incidenti di Fukushima e/o Černobyl’  (Chernobil).

Per chi si fosse perso gli articolo precedenti li può trovare QUI.

L’articolo di oggi è tratto da www.nature.com parla degli effetti del Cesio radioattivo sulla Pieris rapae.

Esempi di anomalie delle ali dei gruppi Ohara e Iitate.

Alti tassi morfologici di anormalità e mortalità sono stati riportati nella farfalla , Zizeeria maha , dall’incidente nucleare di Fukushima. (ndr. la valutazione degli effetti biologici delle esposizioni a basso dosaggio e a lungo termine la trovate negli articoli riportati sopra).

Tuttavia, rimane incerto se questi effetti sono limitati a questa farfalla.

Per questo motivo si è proceduto alla sperimentazione su altre specie e sono stati valutati gli effetti dell’ingestione di foglie di cavolo cresciute in terreni contaminati dall’incidente di Fukushima, sullo sviluppo delle larve e sugli ematociti (cellula dell’emolinfa/sangue) della farfalla  Pieris rapae . 

Foglie di cavolo contaminate contenenti vari livelli bassi di radioattività antropogenica di Cesio 134 e Cesio 137  sono stati somministrati alle larve di Okinawa, la località meno contaminata del Giappone. Gli effetti negativi si sono manifestati sia a livello di sviluppo che a livello morfologico nei varigruppi sperimentali. 

Concentrazioni di coltivazione del cavolo e radioattività di cesio e potassio nel cavolo. ( a – c) La coltivazione del cavolo a Fukushima e Okinawa. ( d ) Impostazione completa per la raccolta delle uova da femmine catturate sul campo in laboratorio. ( e ) Ovideposizione nel contenitore in laboratorio. ( f ) Concentrazioni di radioattività di 134 Cs e 137 C [Bq / kg] nel terreno usato per coltivare cavoli. ( g ) Concentrazioni di radioattività di 40 K [Bq / kg] nel terreno utilizzato per coltivare i cavoli. ( h ) Velocità di trasferimento del cesio dal suolo alle foglie di cavolo (radioattività delle foglie di cavolo divise per radioattività del suolo). (i ) Trama dispersa di concentrazioni radioattive di cesio e potassio [Bq / kg] in foglie di cavolo da Ohara e Baba, nella prefettura di Fukushima. ( j ) Spargimento di concentrazioni radioattive di cesio e potassio [Bq / kg] nelle foglie di cavolo da Iitate, nella prefettura di Fukushima. Notare la differenza nei livelli di cesio (l’asse verticale) dal grafico precedente ( i).

Link all’immagine ingrandita

La concentrazione di radioattività del Cesio (ma non del Potassio radioattivo) era negativamente correlata alla percentuale di granulociti ( un tipo di globuli bianchi ) nell’emolinfa e la percentuale di granulociti era correlata positivamente con il tasso di sfarfallamento e il tasso di normalità totale. 

Questi risultati hanno dimostrato che l’ingestione di contaminanti a basso livello di cesio radiottaivo in Fukushima (ma non il Potassio radioattivo naturale) ha imposto effetti biologicamente negativi sulla Pieris rapae, come già riscontrato sulla Zizeeria maha , sia a livello cellulare che di organismo.

Per chi fosse interessato ad approfondire il link è questo.

Traduzione e adattamento gdoremi.altervista.org

Al prossimo articolo.

Visita anche il Canale di Youtube (documentari e video sugli insetti del Nordest Italiano)

Farfalle e falene della pianura Friulano-Veneta

Bio  GDoremi